Lavorare in coworking fra sicurezza e coronavirus

image

Gli spazi di coworking hanno fatto tanto per garantirti il massimo della tranquillità in questa fase 2. Cosa puoi fare tu per aiutare tutti a vivere in tutta sicurezza il tuo ufficio?

Siamo pienamente in fase 2, e anche se ancora lentamente, ci avviamo verso una nuova normalità fatta di mascherine e distanziamenti che ci farà compagnia per qualche tempo. Con la riapertura di uffici e coworking abbiamo dovuto fare i conti con protocolli e  direttive per garantire la nostra sicurezza un po’ ovunque. Di sicuro i nostri cari spazi di coworking non sono tra i luoghi dove è più difficile rispettare le nuove regole, pensate cos’è oggi prendere un caffè, mangiare in ristorante o andare dall’estetista.

Lavorare in coworking in epoca di coronavirus con tranquillità

Siamo stati bravi finora. Pur con molto sacrificio, siamo rimasti chiusi in casa; abbiamo lavorato in modalità smart working laddove possibile, e abbiamo capito che non è poi così male, anzi. Secondo uno studio condotto dell’Università di Stanford, la produttività dei lavoratori smart è +13%. Sono dati, questi, che non sfuggono alle aziende che stanno valutando l’idea di mettere il 5% del personale da remoto anche dopo la pandemia da coronavirus (altre fonti parlano di una quota molto più alta a seconda dei settori).

Ma smartworking non fa affatto rima con lavorare da casa; è soprattutto la flessibilità degli orari e dei movimenti a essere importante nel modello smart, e i coworking offrono la soluzione migliore che si frappone tra l’ufficio tradizionale e casa anche in epoca di pandemia.

Se siete tornati in coworking o state pensando di frequentarlo per la prima volta, dovrete prestare attenzione a:

1. Non dimentichiamo la distanza

Gli spazi di lavoro condivisi hanno fatto già tanto per permetterti di mantenere le distanze. Hanno ridotto le postazioni, utilizzato altri spazi, installato divisori, messo su segnaletica nei luoghi di possibili assembramenti, limitato l’accesso nelle aree comuni, ecc.. Ok, ma poi tocca a noi fare attenzione e evitare comportamenti che possono mettere a rischio tutto questo lavoro. 

Per cambiare le nostre abitudini dobbiamo solo concentrarci per qualche settimana, poi tutto diventerà assolutamente automatico. 

Il distanziamento, ad esempio, non significa asocialità. Puoi e devi parlare con altri (a questo serve il coworking). 

Per farlo usa la regola dei 2 passi dal tuo interlocutore. 2 passi sono sufficienti per stare sicuri, farsi ascoltare dal proprio interlocutore senza urlare anche se “mascherati” e rappresentano una distanza facile da memorizzare. 

2. Pulisci il pc e usa copritastiere

Il tuo spazio provvederà alla pulizia quotidiana della tua postazione. Ma chi penserà agli strumenti che utilizzi e che tocchi continuamente? Meglio fare da sè per il prezioso computer, cellulare, mouse, ecc., no? 

In effetti, in tutti gli spazi aperti al pubblico, presto ci abitueremo a vedere operazioni di “bonifica” delle attrezzature personali dopo l’utilizzo in luoghi condivisi.

Anche nel caso in cui lavori in un ufficio privato, ricorda che durante la giornata sei entrato in contatto con diverse superfici esterne. 

Per il tuo personal computer, e a maggior ragione se invece lavori da un computer offerto dallo spazio, è giunta l’ora di prendere un copritastiere. Di quelli in “gomma trasparente” (ce ne sono anche di coloratissimi per restare in allegria) che si vendono un po’ ovunque online o nei negozi specializzati.

Pulire la tastiera con un panno umidi (anche questi possono essere super colorati) può creare danni irreversibili, meglio igienizzare il copritastiera. Stesso discorso per la pellicola dello schermo, soprattutto se lavori su un portatile. Questi 2 oggetti sono ormai un must se vuoi avere la tua postazione igienizzata e salvare i tuo portatile.

3. Mascherine e Guanti

Condivisione: una parola che adesso sembra quasi fare paura! E invece ti garantiamo che si può lavorare a contatto con gli altri senza panico; basta seguire le giuste accortezze. Innanzitutto, usa sempre le mascherine! In effetti, questo dovranno essere indossate sempre, quando sei fuori casa; a maggior ragione in ambienti condivisi. 

La mascherina alla tua postazione puoi toglierla, ma è un attimo alzarsi e andare da qualcuno senza indossarla. Allora forse è meglio tenerla su sempre.

I guanti? La nostra risposta è meglio non indossarli in ufficio, se igienizzi le tue mani e i tuoi oggetti di lavoro, se usi la mascherina e ti distanzi non c’è proprio bisogno dei guanti. Anzi questi potrebbero essere un motivo per deviare dalla routine che ti abbiamo appena consigliato. 

Vuoi prenderti un caffé, andare in bagno? Gel o sapone sono la migliore strategia per tutti.

Leave Comment

Your email address will not be published.